domenica 24 novembre 2013

La zuppetta di calamaretti  speziati

cristinapopaperincanto.blogspot.com


La ricetta è la stessa come per la qualsiasi zuppa base di pesce.
Aglio (in camicia) olio, prezzemolo e peperoncino..
Aggiungiamo i calamaretti, li facciamo insaporire .T ogliamo l'aglio e sfumiamo con vino bianco o rosè.
Aggiungiamo del sugo di pomodoro e del brodo di pesce o solo vegetale nell'assenza. 
A questo punto aggiungiamo del pepe rosa, zenzero fresco grattugiato (cca 3/4 di una radice), 
yeni-bahar macinato, qualche chicco di cardamomo, mezzo chiodino di garofano( cca un chiodo di garofano per 6 persone esseno molto forte) e sale.
Al momento della fine cottura si grattugia il resto dello zenzero e si fa andare per qualche altro minuto.
Le quantità vengono dosate in base al numero di porzioni.
Servite in delle cocottine che mantengono il calore perché è un piatto da assaporare lentamente e il mantenimento del calore è importante. 
 Accompagnate con un buon Chardonany o un buon  rosè ma al mio avviso anche un roso.

Buon Appetito



martedì 19 novembre 2013

Ciù Ciù Gotico 2009


Questa sera va cosi! Ciù Ciù Gotico 2009. E' un Rosso Piceno di grande e superiore qualità e gradevolezza! Montepulciano e Sangiovese, ottimo e felice connubio compreso nei suoi 14°. Floreale e fruttato, riflessi aranciati e vellutata morbidezza di vero Incanto. Elegante e etereo ma di notevole corpo, accompagna piatti di consistenza importante come i involtini di verza e carne della mia mamma,piatto tradizionale che mai riuscirò ad eguagliare. Love you mami!




cristinapopaperincanto.blogspot.com

lunedì 18 novembre 2013

Take Away Vegan a Prato

Take Away Vegan a Prato- Vi presento SEMI DI CHIA- 

Inaugurazione Sabato 7 Dicembre dalle ore 17.oo - Via Roma  74, Prato

Panini farciti, torte salate, piadine,focaccia,insalate e piatti unici tutti 100% vegetali.
Cupcakes, muffin, biscotti e torte cruelty free senza uova, latte e burri.
Succhi estratti da frutta e verdura e di verdura.
Le proposte sono prodotte artigianalmente e con prodotti freschi e di stagione .
Prestazione e attenzione massima per l'ambiente con confezioni da asporto totalmente compostabili  e ad impatto o.

Orari di apertura da    Lunedì  a Giovedì  10.00 - 21.00
                                 Venerdì e Sabato   10.00- 22.30
                                      Domenica Chiuso 

             TEL. 377.5340307
e-mail : semidichia@hotmail.com
    presenti anche su facebook

Andiamo numerosi a salutare questa  iniziativa d'INCANTO
Sabato  7 Dicembre 2013

domenica 17 novembre 2013

Un'altra faccia della famosa minestra di pane

 Un'altra faccia della famosa minestra di pane 

Un'altra faccia della famosa minestra di pane
cristinapopaperincanto.blogspot.com

Piccola introduzione

 L'idea nasce per dare una variante alla gustosa minestra di pane toscana per chi come me per scelta o non,  non può usare nella sua alimentazione il pane( i graminacei ) e i fagioli bianchi ma pur innamorato della famosa minestra.

Inoltre useremo un valore aggiunto che sono le alghe e in questo caso la alga chiamata  spaghetti di mare, nome preso dalla loro forma. 

La scelta dell'alga arriva non solo dalla straordinaria qualità purificatoria che fa da spazzino per sino alle radiazioni e i metalli sottili nel nostro organismo ma nel caso dei cavoli e i fagioli neutralizza i eventuali fastidiosi episodi di aria nella pancia.
In questa ricetta e nelle altre in cui ho cominciato ad introdurle, usate sicuramente in quantità non prevalente, le alghe, prendono il gusto dei altri ingredienti e non alterano quello dei altri ingredienti ma diventano un ingrediente di cui presto vi potete innamorare.

Ingredienti ricetta per 4 persone :

1/2  Cavolo verza
3/4 Cavolo fiore
Cavolo nero una manciata
1 Patata 
1 Cipolla grande 
Alga Spaghetti di Mare 10  pz cca 
Cumino
sale e pepe o yeni- bahar
     Margarina vegetale 50 g o olio di semi di girasole
800 ml  brodo vegetale 

Preparazione


Mettiamo a stufare la cipolla nell'olio( o altro se preferite). Aggiungiamo la patata tagliata finemente e il sale. Li facciamo andare per cca 10  min. aggiungendo cca 200 ml del  brodo vegetale precedentemente preparato. Giunti i 10 min. aggiungiamo il cavolo fiore ( circa un quarto dell'interra corona ), metta cavolo verza di dimensioni medie, le alghe precedentemente ammollate nell'acqua fino alla idratazione, i semi di cumino e il resto del brodo. Verso la fine della cottura aggiungiamo il cavolo nero lavato e spezzettato che lo faremmo andare senza lasciarlo bollire tanto ma fino ad una consistenza leggermente croccante. Pochi istanti prima della fine della cottura aggiungete un pizzico di pepe o yeni-bahar che io preferisco.

Una ricetta di grande gusto che condivido con molto piacere consigliando l'accompagnamento con il pane di mais alle cipolle e pepe rosa arrostito.

Buon Appetito 




Ristorante Lo Stravagante

                                 -  Lo Stravagante -
                     - La casa della Cucina Creativa -


                           Per tutti con loro che sono amanti della cucina non solo buona, ma fatta con amore, con notevole ricercatezza, qualità dei ingredienti e della presentazione vi raccomando -Lo Stravagante- 

                       Menù assolutamente per tutti i gusti e scelte di alimentazione, carne, pesce, vegetariano e qualche piatto vegan con la nota creativa e genuina firmata Carmine Mastroianni. 


                     La carta dei vini è di pregevole e più che soddisfacente scelta per i miglior intenditori .


                    Una serata tra amiche per fare due chiacchiere e due sane risate, una serata alla scoperta di questo ristorante che ci ha ammagliate per la bontà dei piatti tanto da far nascere il desiderio di ritornare e da mettere questo ristorante tra i miei preferiti.


                   Grazie ad Elena e Gabriela e Grazie al -Lo Stravagante- Incantevole nome e posto .






                Oltre la buona cucina e ospitalità ci è stato offerta anche questa rara  e deliziosa primizia : la Zucchina Spinosa , servita genuinamente solo con del buonissimo olio extra vergine di oliva, sale e pepe.
     INCANTEVOLE assaggio e di assoluto gradimento.





Ottime recensioni e tutte ben meritate.
Spesa media 35 euro a testa. Ottima qualità prezzo!

Ristorante Lo Stravagante 
Via Boccaccio 35/r (Campo di Marte)
Firenze 
tel 055 504 8137



domenica 10 novembre 2013

La cucina nella Libreria

Libreria Brac - La cucina nella Libreria- 


Ho scoperto questo posto grazie alla mia amica Claudia in una delle nostre oramai consacrate uscite tra amiche con Any ed io.

Dopo un breve ma piacevole aperitivo, io e Any arriviamo al ristorante per incontrarci con Claudia. Entriamo ed è subito Amore per me. Il concetto e l'ambientazione di questo locale mi conquista già dal suo ingresso e il suo giardino interno che fanno da anteprima per la sala.
Ci mettiamo a tavola e comincio la mia introspezione assorbita dalla moltitudine di dettagli quasi da perdermi le conversazioni delle mie amiche.
Il ristorante è ospitato praticamente dalla Libreria ed è possibile consultare e acquistare testi di architettura e design, fotografia , cinema, videoarte, teatro, danza, illustrazione e grafica, pittura, scultura e fumettistica.
Scopro un proiettore e capisco ancora di più le valenze di questo posto che ospita e promuove eventi e iniziative di carattere artistico e creativo. 

Menù esclusivamente vegetariano e vegan e nonostante le recensioni negative per il servizio a tavola, la nostra serata non ha subito nessuna mancanza o ritardo forse dovuto al dialogo scherzoso che ho instaurato con il cameriere, particolare come personaggio devo dire. 

La cucina non colpisce e non si distingue, tuttavia i piatti sono buoni.E' una cucina che usa ottimi ingredienti e di notevole qualità.Interessante la selezione dei vini di cui questo meraviglioso Chianti biologico " Il Bacio" scelto per accompagnare la serata d'Incanto in amorevole compagnia. 


Grazie Claudia 









Indirizzo Via dei Vagellai 18 r, 50122 Firenze
tel. 055094487
orari da lunedì a sabato 12:00-00:00
    domenica 12:00-20:00


sabato 9 novembre 2013

Grazie




Ringrazio di grande cuore a tutti voi che mi seguite e mi scrievete. Siete Meravigliosi e il Mio Grazie va oltre ogni dire! Grazie miei amati seguaci dall'Italia, Stati Uniti, Romania, Insonesia, Germania, Russia e Ucraina. Un grande abbraccio e a presto con le prossime. Grazie, Grazie, Grazie! <3

Baccalà, approccio Zenzeroso

Baccalà, approccio Zenzeroso 



Per Incanto
CristinaPopaPerIncanto.Blogspot.com



Semplicemente baccalà fresco, congelato o ammollato ( consigliato sempre un ulteriore ammollamento), burro o margarina vegetale, ZENZERO fresco grattugiato senza avere paura ad abbondare, un spicchio d'aglio in camicia schiacciato da togliere, sale se fresco e non ammollato, vino bianco o rosè e olio evo.

Riscaldiamo la padella con il burro o la margarina e aggiungiamo l'aglio in camicia schiacciato. Aggiungiamo il baccalà adagiandolo sulla parte della pelle e grattugiamo sopra del zenzero e aggiungiamo del sale (se il baccalà è fresco). Appena i succhi lo richiedono sfumate con il vino e successivamente con del brodo di pesce o vegetale. 
Servono pochi minuti per la cottura. Quando la cottura vi sembra aggiunta alla fine girate il baccalà solo per qualche istante nel succo e poi togliete subito dal fuoco.
Servite semplicemente con un giro di buon olio di oliva e qualche goccia del succo della cottura.

Semplice e piacevole per qualsiasi palato.

                                                     Buon Appetito

venerdì 8 novembre 2013

Cipolle ripiene, il buono nella semplicità


Cipolle ripiene, il buono nella semplicità




Per Incanto
CristinaPopaPerIncanto.Blogspot.com

E' un piatto semplice e gustoso da usare come un entrè, un secondo o un finger food. Un piatto che crea il suo fascino con pochi ingredienti e anche con quello che nel frigo avanza.

Tre ingredienti base : Cipolle, formaggio e acciughe. Queste ultime possono essere sostituite con quello che avete, dal prosciutto al tonno o al macinato.

Tre passaggi :1-  Pulite e fatte bollire le cipolle fino a metta cottura , fino a permettere lo svuotamento dei vari strati della cipolla fino a lasciare solo quello esterno senza romperlo e dopo aver precedentemente tagliato la parte superiore.
                    2  preparare il ripieno con del formaggio preferibilmente un caprino, le acciughe  saltate con un po' di aglio, del prezzemolo e aggiustate di sale integrale e pepe. Riempite le cipolle.
                    3. infornate per 10 minuti a 200 °  e servite con tagliata di uva e basilico 

                                                        Buon Appetito

mercoledì 6 novembre 2013

Al Canto DiVino

Al Canto DiVino


Scelgo quasi all'ultimo momento di fare un pranzo di domenica per dei cari amici che avevano fatto una richiesta espressa per un mio piatto di pesce ...
E' una giornata bellissima, quindi scelgo di parcheggiare la macchina abbastanza lontano dalla mia meta per incamminarmi a piedi verso "la boutique del pesce"...che io lo chiamo cosi per un preciso motivo...:-)....ma tornando a noi mentre camminavo e provavo a vivere quella strada e a prenderne tutta la sua vita mi compare davanti questa insegna che parla la lingua dell'Incanto già dal suo nome : Al Canto Divino.
Scelgo di entrare anche se il richiamo dei vini sfusi non mi ha mai portato buoni risultati, ma ho dato corso al istinto e fu tutto ripagato.
Scoprì un delizioso negozio con dei ottimi vini sfusi, il meglio mai provato e un'Enoteca molto particolare, in crescita e del mio gradimento. Vini, bollicine, grappe e qualche prodotto tipico tutto corredato di una piacevole atmosfera completata dalla massima gentilezza e attenzione dei padroni di casa preparatissimi nel incantevole mondo di Dionisio. 
Scelgo un vino per categoria : rosso, rosso biologico, rosè, bianco, bollicine e udite udite una selezione di 6 vini sfusi scelti previa gradevole degustazione : Nebiolo, Barbera, Bolgheri, Refosco, Carmigniano, e un Bolgheri rosè.
Vini sfusi dal Nord al Sud scelti con cura e di ottima qualità veramente provare per credere.

Cari amici pratesi e non, Il Canto Divno è un vero Incanto!










Viale Montegrappa n. 146, 59100 PRATO
Tel 0574830314

domenica 3 novembre 2013

Yummy Pumpkin Crisp/ La zucca croccante

Yummy Pumpkin Crisp/ La zucca croccante 


CristinaPopaPerIncanto.Blogspot.com

Ingredienti :
Zucca 
farina di mais
olio di girasole bio
sale integrale
pepe


Preparazione :

Tagliate la zucca a mo di pattatine. Salate abbondantemente con del sale integrale e lasciate che il sale venga assorbito dalla zucca dopo di che mettete  per 10 min in congelatore. In una padella antiaderente riscaldate del olio di girasole e preparatevi a friggere. Dopo aver tolto la zucca dal congelatore passatela in un piatto precedentemente preparato con della farina di mais , sale e pepe. La zucca prima di passarla nella impanatura di mais dovete assicurarvi che è abbastanza umida, altrimenti bagnatela con dell'acqua . Friggete e scolate sulla carta assorbente. Otterrete una frittura asciutta e particolarmente gustosa da servire come entrèe o assecondo la vostra preferenza.

Buon Appetito

 Zuppa di ravanello nero, sedano rapa, patate e mela arrosto 
                                                               

                                                             
CristinaPopaPerIncanto.blogspot.com
                             
        
                                                  Ingredienti per 4 persone
1 cipolla media
1 ravanello nero di dimensione grande o 2 medi/piccoli
1 sedano rapa medio
1 patata grande
1 mela verde
  800 ml di brodo vegetale 
sale integrale e pepe
olio di oliva

                                                 



Preparazione :

Tagliate la cipolla finemente e fattela stufare dolcemente nell ' olio di girasole (o se preferitealtro), nella pentola a pressione( se preferite una cottura veloce). Private della buccia il ravanello neroe il sedano rapa, tagliateli finemente e aggiungeteli alla cipolla.Salate e pepate leggermente e aggiungete cca 300 ml di brodo vegetale. Coprite e fate andare a fuoco medio per 5-6 minuti dal inizio del sibilo.
Nel frattempo pelate e tagliate la patata a fette sottili. 
La mela precedentemente tagliata a fette sottili e essiccata si inforna per qualche minuto affinché prende una bella doratura.
Dopo aver fatto uscire la pressione della pentola, si apre e si frulla. Aggiungete il resto del brodo e riportate all'ebollizione per poi aggiungere le patate e fatte andare fino alla cottura delle patate.
Nell'impiattare si aggiunge la mela arrostita tagliata a pezzetti e qualche scaglia di ravanello nero precedentemente messo da parte.
 Un giro di filo d'olio di oliva evo e Buon Appetito!



sabato 2 novembre 2013

Il carciofo e il ravanello nero


                     
-Il carciofo e il ravanello nero, due protagonisti importanti della stagione autunnale e invernale-


Lo stomaco è solo la prima tappa nei processi digestivi. Il fegato e la cistifellea contribuiscono notevolmente a questo processo, sopratutto nella digestione dei grassi e per l'assimilazione delle sostanze nutritive nei alimenti.
Ecco due piante particolarmente efficaci per il loro effetto positivo sul processo digestivo, il funzionamento del fegato e cistifellea, notevole aiuto a smaltire gli eccessi alimentari e anche un effetto benefico sulla regolazione del glucosio nel sangue e la disintossicare dell'organismo.


Il carciofo


Si tratta di un alimento noto e una pianta medicinale riconosciuta.Contiene una sostanza amara e aromatica cristallizzata : la cinarina. Esso contiene anche numerosi enzimi, cosi come degli acidi organici (succinico, malico, citrico ecc.). Il carciofo ha un'azione coleretica che è molto utile nella congestione del fegato, l'insufficienza epatica, l'ittero e la cattiva digestione dei grassi. E' anche un rigeneratore della cellula epatica.
Poiché stimola la secrezione biliare, il carciofo può anche combattere la stipsi. Aiuta anche ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e ha un azione diuretica.

Il ravanello nero


Appartiene alla stessa famiglia del ravanello, ma ha caratteristiche speciali. Contiene un glucoside solforoso, il glucorafano, che idrolizzandosi da un essenza chiamata isotiocianato sulforafano. Quest'essenza ha proprietà antibiotiche. Il ravanello nero ha anche proprietà coleretiche, vale a dire che aumenta la secrezione biliare.
Agisce favorevolmente sulla peristalsi intestinale accentuando i movimenti . Questo favorisce il transito intestinale e aiuta a combattere la stitichezza.
Il ravanello nero è raccomandato nei problemi di cattiva digestione con gas e gonfiori, di difficoltosa evacuazione intestinale, nei casi di disturbi del sonno e stanchezza al risveglio, lingua carica, nausea e mal di testa.

Un consiglio in più : se si è mangiato troppo e pesante, è bene bere solo acqua calda regolarmene durante la 12 ore successive per lavare tutto il circuito...e succo di limone puro al risveglio per alcalinizzare.

Altri rimedi terapeutici e suggerimenti per il consumo del ravanello nero che è meno conosciuto




Ravanello nero e miele per far andare via la tosse persistente 


Tagliare nella parte delle foglie e scavare fino a lasciare un centimetro della polpa fino alla buccia. Appoggiate il ravanello su un bicchiere per fermarlo in posizione eretta e riempite il ravanello con del miele fino a 2 cm della superficie tagliata. Lasciatelo per un po' agire e sara subito pronto un sciropo da prendere 3 cucchiaini la mattina e 3 la sera. Riempite con il miele tutte le volte che finisce affinché non vedete che il ravanello nero non si asciuga.

Molto, molto, molto gustoso nelle insalate 



Il ravanello nero è molto buono specialmente grattugiato dopo averlo pulito dalla buccia e condito con olio e sale. Poi ogni uno può aggiungere a suo gusto altri condimenti.

Per chi lo scopre e riesce ad apprezzarlo ci sono anche altre ricette con il ravanello nero e una di queste è una zuppa che io ho fatto e in un post successivo vi illustrerò.

Enjoy!!!


venerdì 1 novembre 2013

Ristorante Niwa - cucina JapThai

 Niwa  nella traduzione  : come in un giardino

Decidiamo che abbiamo voglia di cucina  orientale buona  , giapponese per esattezza,  e cosi  scelgo Niwa.

A 30 mt da Porta a Prato, Firenze, la location non è una delle migliori ma decisamente Niwa  rimane un’ottima scelta se non la migliore per chi apprezza la cucina giapponese e thailandese e un menu vasto con piatti veramente originali e tanti oltre la classica scelta .

Il ristorante è aperto  per la cena ma anche per il pranzo ed è diviso in 3 incantevoli  ambienti  : l’ingresso , sala con separé Tatami  tradizionale e la saletta con il giardino verticale unico nella sua vitalità e fascino

Scegliamo di ordinare un menu misto tra giapponese e  thailandese  e le portate scelte hanno  avuto il nostro pieno  apprezzamento ma  all'arrivo delle zuppe c’è stato l’apogeo e la serata passerà alla storia per la moltitudine di volte che la mia amica Elena ha detto “buonissimo”.

Assolutamente da  provare e per noi da ritornare.


Namastè Niwa 











Orari di apertura
Pranzo:12.0015.00
Cena:19.0024.00
Lunedìcena
Martedìcena
Mercoledìpranzocena
Giovedìpranzocena
Venerdìpranzocena
Sabatopranzocena
Domenicapranzocena

Firenze
Via Ponte alle Mosse 16/r
(30mt da Porta a Prato)

Tel 055 355736
Cell 366 7207057