martedì 28 aprile 2015

Il pan di Spagna di Iginio Massari incontra Per Incanto

Una ricetta della categoria "basi" che per chiunque sa destreggiarsi in cucina , è utile impararla . E lo dico con il segno del poi perché è stata la prima volta anche per me e una volta fatta, la soddisfazione è tanta e la sua versatilità è "pane" per l 'essere creativo .

Dungue una volta capita la ricetta è riuscita , e qui chapeau Caris che nel suo blog Cooking Planner by Caris ci da le due ricette di Iginio Massari più altre due di Leonardo di Carlo con i più che esaurienti e perfetti dettagli regalati nell ' occasione della sfida MTC n.47 di aprile.

Tutto chiaro e perfetto tranne per me che il tempo mi è stato più che tirano e tra viaggi fuori casa e al estero mi trovo a dare poco tempo al racconto e alle impostazioni .
Sarò in sfida per non perdere la partecipazione ma non potrei dire che ho fatto del mio meglio e le foto poi......pietà!!!! per non parlare del essere poco attrezzata per i dolci e quindi per me niente cerchietti e planetarie ma una semplice forma per le torte e un buon mixer che per la mia fortuna ha la potenza e le fruste anche per impasti più pretenziosi .

Ne sono certa che rifarò qualche altra torta con questa stupenda base ma per ora sono per lo meno felice che portandola in ufficio e stata spolverata in meno di un 'ora a collazione già fatta da tanti ....
Direi che la sua morbidezza , il gusto e il profumo avvolgente li ha conquistato ed io guardavo con i occhi a cuore il successo della " mia prima nata" 

Bene qui la ricetta semplice e succinta perché il tempo vola. 

Ho usato la cottura tradizionale a freddo di Ignio Massari , due forme da 20 cm e il mixer (da 6 velocità) e molta pazienza .

Ingredienti :

Uova intere 600 g
Zucchero 450 g
Sale 3 g
Mezzo limone grattugiato
Farina bianca 00 W 170 Garofalo 300g
Fecola 100 g 

Procedimento
Setacciare la farina con la fecola. Montare in planetaria / mixer le uova intere , lo zucchero il sale e il limone per cca 20 minuti. Setacciare due volte la farina con la fecola e aggiungetela delicatamente a pioggia per non smontare .
Imburrate e infarinate i vostri stampi e cuocete l ' impasto per cca 20- 25 minuti a 180°

Se il vostro forno non è ventilato mettete un cucchiaio di legno all 'angolo della chiusura forno .
Se il spessore del vostro impasto è più alto allora aumenta il tempo di cottura e la temperatura si abbassa a 170°.
A fine cottura lasciamo per pochi minuti stemperare , tiriamo fuori dalla forma e mettiamo a riposare .

Una volta ottenuto il nostro pan di Spagna passiamo alla definizione ed io ho scelto un semplice "bagno al cioccolato caldo" e " infarinatura" alle noci brasiliane cocco e rum .

Per la bagna ho usato 
3 cucchiai di cacao amaro Solidal 
100 g di burro
3 cucchiai di latte
150 g di zucchero grezzo di canna Grand Cru Muscovado
2 fialette di essenza di rum ( 3 cucchiaini ) io Brugal Reserva
100 g cca di noce di cocco e noce brasiliane

Preparazione 
In una pentola ho fatto sciogliere il burro , ho aggiunto lo zucchero , il latte e ho fatto fondere tutto a 50° cca . Lo zucchero di canna Grand Cru Moscovado è veramente spettacolare con il suo profumo profondo di tostato e di liquirizia .....è un vero INCANTO che dona ai dolci una nota particolare quella nota che spesso viene chiamato l ' ingrediente segreto della ricetta o il tocco dello chef .
Ho aggiunto il rum fuori dal fuoco per non farlo evaporare tanto anche perché il mio non era un ' essenza ...e anche qui .....
Ho versato tutto in una teglia bassa e ho fatto inzuppare il pdS prima su un lato e poi sull'altro . Se c' è bisogno fattelo anche sui laterali . Deve essere completamente coperto . Ripetete se c' è bisogno e non avete paura di lasciarlo qualche istante in più , più liquido riuscirà ad assorbire più buono sarà .
Cospargete un piatto grande con le noci grattugiate ( 1 cm cca ) e passate il pdS che in questo modo bagnato farà attaccare la frutta secca in abbondanza .

Trasferiamo su un piatto di portata e orniamo con delle noci tagliate a fette più grandi e qualche giro del cacao rimasto .
Pronto!
Servita a freddo o ancora tiepido questa torta è deliziosa e diventa come le ciliegie  :-)))) .
Con questa ricetta partecipo al MTChallenge n 47 di aprile



Posta un commento